MONTEPRANDONE – Svolta sul giallo della scomparsa del latitante Giulio De Angelis. Spiegate, dalla polizia di Ascoli e San Benedetto, le modalità di fuga dell’uomo. Dopo il ricorso respinto dalla Corte di Cassazione l’imprenditore è salito su un autobus che collega San Benedetto a Fiumicino e preso un aereo con destinazione Santo Domingo. Nazione che non ha nessun accordo di estradizione con l’Italia. Quindi, l’unico modo per scontare la condanna è che decida di rientrare per costituirsi. Un’ipotesi quasi impossibile.

Giulio De Angelis doveva scontare otto anni per abusi sessuali e minacce ai danni di alcune sue dipendenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.351 volte, 1 oggi)