SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Firmato il contratto tra l’amministrazione comunale e la ditta Ati per i lavori inerenti il sottopasso di Via Pasubio. L’impresa, formata da Gaspari Gabriele Srl, Movi.T.E.R. Snc e Giobbi Srl, si è aggiudicata l’appalto con un ribasso del 12,5% sull’importo a base d’asta di circa 2,7 milioni, più Iva.

“Prima della consegna definitiva dei lavori all’impresa – spiega il dirigente del settore Progettazione e Manutenzione Opere Pubbliche, Farnush Davarpanah – dovranno essere terminati i lavori sui sottoservizi, effettuato lo spostamento verso ovest del passaggio a livello e realizzata la viabilità provvisoria. I lavori sui sottoservizi saranno realizzati da Telecom e Ciip, quelli sulla sbarra del passaggio a livello da una ditta specializzata individuata da Ferrovie dello Stato. Speriamo che tali opere siano concluse entro febbraio”.

A quel punto potrà essere consegnato il cantiere al raggruppamento aggiudicatario che avrà tempo 235 giorni per ultimare i lavori. “E’ un momento storico per tutta la città – afferma il sindaco Gaspari – speriamo che i lavori propedeutici alla realizzazione vera e propria del sottopasso vadano avanti in maniera spedita”.

Ironia della sorte, proprio nel momento dell’accordo, il passaggio a livello di Porto d’Ascoli creava nuovamente disagi, con un ennesimo guasto avvenuto attorno alle 14.40 di martedì. Dopo il passaggio del treno proveniente da Ascoli, le sbarre sono rimaste chiuse per un’abbondante mezzora. A farne le spese i numerosi automobilisti in fila che hanno cominciato a infuriarsi. Molti, infatti, dovevano tornare al lavoro dopo la pausa pranzo. Presenti a quell’ora anche molti camion e tir. Il 21 novembre scorso era successa la stessa identica cosa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 798 volte, 1 oggi)