RIPATRANSONE – Dopo la convocazione da parte dell’Amministrazione comunale  si è tenuto venerdì 10 gennaio l’importante tavolo tecnico sui lavori di messa in sicurezza della parte rocciosa sovrastante la Strada che a seguito delle abbondanti precipitazioni ha subito sostanziali danni. Hanno partecipato l’Autorità di Bacino Regionale il geologo Paccapelo, l’ingegnere Capriotti per il Servizio Viabilità, l’Architetto Cinesi e il geometra Loffreda per il Servizio Genio Civile. Presenti inoltre il sindaco Remo Bruni, gli Assessori Lucciarini e Pasquali ed il consigliere Provinciale D’Erasmo.  

Durante l’incontro è stato eseguito il sopralluogo sulla zona interessata al dissesto durante il quale è stato constatato che il tipo di crollo è esteso per una lunghezza di circa 30 mt interessando la viabilità principale di collegamento fra il centro abitato e la Strada Provinciale Valtesino; che una parte del corpo di frana è stato intercettato dalla rete paramassi realizzata dalla Provincia di Ascoli Piceno; ed infine che lungo la zona del distacco dell’area in frana sono presenti due speroni sub-verticali interessati da fratture parallele. In seguito a questo la Strada è stata quindi chiusa in quanto le criticità idrogeologiche del tipo crolli, ancora sussistono.

Si è così giunti alla conclusione che occorre intervenire preventivamente alla riapertura della viabilità effettuando tre importanti lavori: demolizione forzata controllata dei due speroni predetti; svuotamento della rete paramassi dei detriti di frana; prolungamento della rete paramassi attualmente esistente.

“Mi impegnerò affinché l’intervento sia tempestivo e risolutivo”. Queste le parole dell’Ing. Celani Presidente di Provincia in risposta al Sindaco Remo Bruni. Quest’ultimo è fiducioso che i lavori per il ripristino della viabilità della Strada Provinciale possano avviarsi il più rapidamente possibile, in quanto arteria di collegamento fondamentale tra il centro abitato e la Strada Provinciale Valtesino e la costa. Conclude il consigliere provinciale D’Erasmo; “Mi auguro che la Provincia sollecitata in più occasioni, dia la priorità a questa problematica affinché la Strada non rimanga chiusa per altrettanto tempo con i disagi che ne conseguono.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 206 volte, 1 oggi)