SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Contro la Forsempronese la Samb ha un solo obiettivo: realizzare la sedicesima vittoria consecutiva. Non è un mistero, infatti, che nonostante ci fosse una gran quantità di allori sui quali adagiarsi i rossoblu non abbiano nessuna intenzione di perdere un solo punto.

Quella di Mosconi è una Samb famelica e autoritaria che lotta non solo per uscire dalle trame oscure di quest’avvilente categoria ma anche per imporre, fino alla fine, tutta la sua inopinabile forza.

Anche domani, dunque, gli undici gladiatori rivieraschi scenderanno in campo per dare del filo da torcere ad una squadra che, al momento, ricopre la tredicesima posizione in classifica frutto di cinque vittorie, quattro pareggi e nove sconfitte.

Contro la formazione pesarese tutti convocati, Zebi incluso: “Vorrei ragionare partita per partita ma non posso non tenere conto del fatto che abbiamo tre match da affrontare nell’arco di una settimana – ha commentato il tecnico rossoblu – In occasione della gara di domani, dunque, dovrò ragionare bene su chi inserire e su chi risparmiare. Credo sia giusto che io dia, a questo punto del  percorso, la possibilità a tutti di essere protagonisti”.

A Fossombrone non ci saranno comunque grandi stravolgimenti. Mister Mosconi scenderà in campo con il classico 4-3-3 apportando cambiamenti minimi: “L’ossatura della squadra resta la stessa – ha dichiarato – Sto riflettendo su uno massimo due giocatori che potrebbero essere inseriti al posto di altri”.

Non è detto che il settore interessato possa essere proprio quello difensivo considerando il fatto che la maggior parte dei giocatori tenuti in panchina giochino proprio in quel ruolo. Stando quindi alle affermazioni iniziali del tecnico potrebbe non essere esclusa la presenza, sin dal primo minuto, di Fiore o Gorini a meno che l’allenatore non abbia intenzione di giocare la carta Ventanni al centrocampo.

Ciò che conta, comunque, è perseguire lo scopo: “I tifosi non vogliono vedere una squadra rinunciataria ecco perché per me è molto importante crescere – ha concluso Mosconi – Credo sia gradevole guardare la Samb attuale ma sono convinto che possiamo migliorare ancora”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 475 volte, 1 oggi)