ALBA ADRIATICA -Si svolgerà questo fine settimana ad Alba Adriatica, il campionato italiano di serie A di Torball, lo sport agonistico più praticato fra i non vedenti.

Un posto di primo piano nell’allbo d’oro dei tornei va all‘ASD Teramo, vincitrice di ben 5 campionati nazionali, di tre Coppa Italia e di tre Supercoppe.

La manifestazione sportiva, che si svolge con il patrocinio della Provincia e del Comune di Alba Adriatica, è stata presentata nella mattinata di venerdi 10 gennaio dal vicepresidente Renato Rasicci; da Italo Del Giovine, presidente della sezione provinciale dell’Unione Italiani Ciechi; dal vicesindaco con delega allo sport di Alba Adriatica, Massimo Tonelli alla presenza del capitano della squadra ASD Teramo, Daniele Principe.

L’appuntamento è al Palazzetto dello Sport di Alba sabato 11 gennaio a partire dalle ore 15 mentre domenica si comincia alle 8: sei le squadre partecipanti: la UIC Nuova Latina; la A”S.D. A.5. L’Aquilone; A.S.D Olimpic Paideia; la G.S.D.Colosímo NA A; la Colosimo NA B; la A.S.D. Teramo N.V.

“I tornei di torball sono un vero e proprio spettacolo molto bello da vedere – ha affermato il vicepresidente Rasicci – gli atleti seguono l’effetto sonoro della palla e dimostrano quante abilità, sconosciute ai normodotati, possono sviluppare le persone che convivono con un handicap”.

“Non sempre una disabilità rappresenta un handicap – ha sottolineato Del Giovine – con questo spirito si è affermata questa disciplina sportiva che è stata messa a punto da esperti di rieducazione motoria e che oggi è entrata a pieno titolo a far parte degli sport paraolimpici”. Comprensibile orgoglio per la squadra teramana che, fra le altre cose, annovera i giocatori più giovani fra le squadre di torball italiano: dai 15 ai 32 anni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 271 volte, 1 oggi)