GROTTAMMARE – A novembre, dopo una segnalazione di una nostra lettrice, avevamo evidenziato la notevole sporcizia presente sulle spiagge procurata dai pescatori che incautamente abbandonavano i loro attrezzi sul litorale. Rifiuti pericolosi, come ami e reti di pesca, sia per le persone sia per gli animali. Infatti, raccontammo della disavventura di Luna, una cagnolina che rischiò di morire dopo aver ingoiato un amo comprensivo di esca. In seguito fu organizzata una raccolta firme e un incontro con le istituzioni locali, dove promisero un severo controllo a chi non rispettava le norme ambientali e di sicurezza.

Purtroppo pare che queste operazioni ancora non bastino. Qualche incivile, ancora oggi, lascia sconsideratamente degli ami ripieni di esche sulla riva non preoccupandosi per niente dell’incolumità della collettività. Nuovamente ci sono giunte lamentele e foto a testimoniare il degrado.

Gli animalisti si sono rivolti al Comune che, per bocca dell’assessore Daniele Mariani, ha annunciato una campagna pubblicitaria con lo scopo di sensibilizzare i pescatori. Saranno affissi dei manifesti sulle spiagge.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 931 volte, 1 oggi)