SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Qualcuno ha pensato che si trattasse di un pesce d’aprile, tuttavia la stagione non era affatto propizia, essendo Natale: ecco allora la notizia diffusa a mezzo stampa della chiusura di un negozio dell’azienda Da.Ma., in via Enrico Toti a Porto d’Ascoli (opera nel settore da 13 anni).

“I nostri dipendenti, quando l’hanno letta, il giorno di Natale, non potevano crederci – spiegano le sorelle Daniela e Mariella Rastelli, titolare del negozio. Ma dove nasce l’equivoco? Le due titolari, ogni anno, all’avvicinarsi del Natale, cercano nuove idee per attrarre l’attenzione dei clienti, essendo Da.Ma. un’agenzia pubblicitaria che si occupa di grafica e realizzazione di materiale promozionale di vario genere. Ecco all’ora che quest’anno l’idea è stata assieme simpatica e provocatoria: esporre in vetrina un albero di Natale di un originale color giallo, ma senza le classiche palline, tutte invece cadute per terra. Sulla vetrina, la scritta: “La crisi ci ha rotto le palle”.

“Qualcuno – spiegano le due sorelle – ha interpretato la nostra simpatica provocazione come una protesta estenuata contro la crisi economica, ma ovviamente non è così. Anzi, siamo più attive che mai”.

Alla fine, tutto risolto con un sorriso anche perché anche quest’anno molti clienti hanno apprezzato l’albero originale e capito che si trattava di una idea originale. Qualcuno, ha travisato, ma può capitare.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)