MARTINSICURO – L’Udc di Martinsicuro all’attacco. Aspre infatti sono le critiche rivolte all’amministrazione comunale, accusata di non aver fatto in due anniquasi nulla se non avviare o concludere interventi già programmati dalla precedente giunta”.

“Anzi, qualcosa purtroppo ha fatto – si legge in una nota –  ha annullato il progetto per il recupero del cinema Ambra di Martinsicuro; ha cambiato la viabilità del lungomare, creando problemi e disagi non indifferenti ai cittadini e ai turisti; ha adottato un Piano di Spiaggia che ha scontentato profondamente gli operatori turistici di Martinsicuro e Villa Rosa”.

Proprio riguardo al Piano Spiaggia, l’Udc parla di scarsa partecipazione: “Non è stata fatta alcuna pubblicità né sono stati promossi incontri con i gestori turistici e i cittadini, se non qualche riunione con il direttivo di Città Attiva che democraticamente decide per tutti. Il Piano di Spiaggia è un Piano Regolatore del demanio marittimo e, per una cittadina come la nostra, è fondamentale per il rilancio turistico e del commercio. Guarda caso l’unico momento di confronto sul Piano c’è stato quando tutte le forze di minoranza hanno richiesto appositamente un Consiglio comunale aperto”.

Criticate poi le scelte fatte da Camaioni proprio nella variante al P.D.M.C: “Hanno apportato modifiche rispetto al precedente Piano – continua la nota –  che quasi sicuramente non daranno prospettive di crescita turistica e tanto meno favoriranno investimenti sul nostro territorio. Infatti hanno diminuito visibilmente il numero delle concessioni demaniali per la costruzione di stabilimenti balneari, i quali avrebbero fornito servizi e creato posti di lavoro in un momento difficile come questo.

Hanno ridotto i mq delle concessioni per stabilimenti, da 150 mq a 75 mq (in questi 75mq sono inclusi anche i servizi minimi quali cabine spogliatoio, bagni ecc.) quando invece la Regione Abruzzo,per rilanciare il turismo e creare opportunità di lavoro offre la possibilità di avere fino a 250 mq.  Hanno tolto agli operatori turistici la possibilità di avere priorità nell’acquisizione della concessione demaniale,cosa molto grave in quanto,a detta di tutti gli operatori stessi, il pacchetto turistico proposto deve essere onnicomprensivo anche di ombrellone in spiaggia. Hanno eliminato la possibilità, per gli operatori che volevano ristrutturare e ammodernare la propria struttura, di aumentare del 20% i mq restando ovviamente sempre nel numero di mq previsti”.

“Le scelte fatte dagli attuali amministratori – conclude il comunicato – secondo noi sono miopi e prive di qualsiasi logica, volte, più che alla promozione, all’affossamento dell’aspetto turistico e commerciale del nostro territorio. Se questo è il nuovo che avanza, beh, lo lasciamo decidere ai cittadini. Noi possiamo solo portarli a conoscenza degli sconsiderati atti del sindaco e della sua giunta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)