PORTO SAN GIORGIO – Nel giorno del primo martire cristiano, Santo Stefano, la Sutor Montegranaro scende in campo contro Pistoia in cerca non di martirio, ma di gloria. E’ tanto infatti che manca alla squadra di Recalcati una vittoria casalinga e un trionfo in grande stile, subito dopo Natale, farebbe bene al morale della squadra e dei tifosi.  La posta in palio stasera non è così evidente come in altre occasioni, ma egualmente importante. La neopromossa Pistoia, infatti, mira alla salvezza come la Sutor per restare ancora un anno in serie A. Quindi questo ha il sapore di uno scontro salvezza.

Da subito le due formazioni mettono in campo tutte le loro forze, in attacco e in difesa, per dominare il match. Nel primo parziale, i giochi si bilanciano. Se da un lato, Montegranaro fa girare bene la palla, complice anche un Mayo molto preciso, dall’altro la Giorgio Tesi Group chiude bene l’area e difende con grinta. Cinciarini si carica presto di due falli e viene sostituito. Offensivamente si fa pericoloso Skeen che attacca con successo tre volte il canestro avversario.  Alla fine, però, non ci sono grandi sorprese sul tabellone: dopo dieci minuti di gioco Montegranaro è avanti di quattro lunghezze, 19-15, ma la gara è ancora lunga.

Che sarà una gara lunga e faticosa lo si intuisce dall’apertura del secondo quarto, quando Galanda, ex giocatore di Recalcati -in campionato e in nazionale-, rifila una tripla ai Gialloblu (19-18) e da’ il La alle bombe pistoiesi (ben 6 su 8 alla fine del parziale). La difesa sutorina fatica a proteggere il canestro dall’arco. Se le maglie si stringono nell’area pitturata, cedono invece lì dove le ali toscane battono. E vanno così a canestro Meini, Galanda, Washington e Gibson con tiri aperti. Nonostante quest’assedio al canestro, tengono duro i ragazzi di Recalcati e riescono a costruire un’offensiva importante, dove tutti portano palla e cercano l’uomo migliore per segnare. Si va così al riposo lungo con un vantaggio di tre lunghezze: 39-36.

Appena mette piede sul parquet, nel terzo quarto,  Washington si attiva e rimette il punteggio in parità con una bomba (39-39). Lavorano di buona lena Mazzola e Sakic, ma è Mitrovic a fare poi i numeri: a un paio di minuti di gioco tira dall’arco e segna 6 punti (47-42). E’ un vantaggio importante, ma non può ancora essere definitivo, vista la determinazione e la fisicità di Pistoia. L’atmosfera si fa un po’ tesa così da spingere Mazzola a rimediare un fallo antisportivo, susseguente quello di Cinciarini su Washington. Quest’ultimo può tirare 4 volte, ma pasticcia e fa sfumare 3 dei 4 possibili punti (49-45). Non contento infila un solo libero di quelli rimediati col fallo di Mitrovic (49-46). Poi, però, si riscatta con una tripla e un canestro (53-51) e incoraggia la sua squadra a guardare nella luce della rimonta. Le due formazioni tornano gomito a gomito, finché Galanda non riesce a guadagnare un vantaggio di 4 punti (55-59). Mitrovic lo annulla esplodendo con due bombe, intervallate dai liberi di Daniel per Pistoia. Il tabellone segna 61-61, per pochi istanti, perché ci pensa Cortese a lasciare indietro la Sutor: 61-64.

L’ultimo quarto è combattuto e intenso a livello tecnico. Montegranaro limita i danni dall’arco, chiudendo bene la visuale di tiro, così da rendere inoffensiva Pistoia fuori area. Dal canto suo,  l’avversaria sceglie di difendere il canestro da vicino e fa in modo che la Sutor riesca a segnare da due solo un paio di volte nel quarto. Il punteggio è altalenante e vede ora l’una ora l’altra squadra mettere la testa avanti. Sui minuti finali si determina l’esito del match e purtroppo è un giocatore avversario a decretare il sorpasso definitivo di Pistoia: è Wanamaker che realizza una striscia positiva personale di ben 9 punti (76-84, con due canestri, una tripla e due liberi) e costringe Montegranaro a cercare il fallo sistematico. Ogni tentativo di recupero è però vano e la gara si chiude con i punti dei liberi che ancora una volta segna Wanamaker sul quinto fallo di Cinciarini (87-93).

TABELLINO: Sutor Montegranaro-Giorgio Tesi Group Pistoia 77-94.
SUTOR MONTEGRANARO: Cinciarini 10 (0/4, 2/7), Sakic 14 (3/4, 2/6), Mayo 15 (0/6, 3/8), Tessitore 0 (-/-, 0/2), Rossi n.e., Lauwers  6 (-/-, 1/3), Campani 8 (4/5, -/-), Mazzola 8 (2/4, 1/1), Mitrovic 18 (0/1, 6/9), uaQuagliaQSkeen 8 (4/6, 0/3). All.: Carlo Recalcati.
GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Daniel 14 (5/7, -/-), Meini 3 (-/-, 1/1), Galanda 10 (1/1, 2/2), Wanamaker 23 (4/9, 2/2), Washington 21 (3/6, 4/7), Cortese 6 (0/1, 2/3), Evotti n.e., Bozzetto n.e., Gibson 10 (2/4, 1/7), Johnson 6 (3/12, -/-). All: Paolo Moretti
Arbitri: Weidmann, Paglialunga, Bartoli.
Note: Parziali 19-15, 20-21, 22-28, 26-29. Tiri da due Montegranaro 13/30, Pistoia 18/40. Tiri da tre Montegranaro 15/39, Pistoia 12/22. Tiri liberi Montegranaro 16/24, Pistoia 21/31. Assist Montegranaro 18, Pistoia 11. Stoppate Montegranaro 2, Pistoia 2. Schiacciate Montegranaro 0, Pistoia 2. Rimbalzi totali Montegranaro 40, Pistoia 41.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)