GROTTAMMARE – Fine 2013, e bilanci anche a Grottammare, che si sono aperti, nel tradizionale saluto prima delle festività natalizie, con l’omaggio alle carriere dei 7 collaboratori comunali collocati a riposo nel corso del 2013 ha rinnovato il tradizionale saluto di fine anno del sindaco di Grottammare ai dipendenti comunali.

“Grazie per aver sostenuto questa amministrazione riconoscendoci legittimità sin da subito e permettendoci in questo modo di lavorare in continuità” ha affermato il sindaco Enrico Piergallini aprendo il suo primo discorso di saluto e auguri di fine anno ai dipendenti comunali, venerdì scorso “ le azioni che intraprenderemo nei primi mesi dell’anno saranno l’impalcatura dei prossimi 5 anni affinché tutti sappiamo quale sarà l’organizzazione di lavoro che ci attende: la sfida da affrontare, sia per la politica che per l’amministrazione, è quella di fare in modo che i cittadini si riapproprino del senso del pubblico”.

Discorso puntuale quello di Enrico Piergallini per sintetizzare i pilastri della sfida comune: “Ottimizzazione delle risorse: sono poche, qui l’obiettivo politico deve muoversi sulla base dei suggerimenti dell’apparato amministrativo in merito ai punti nevralgici su cui intervenire; caratterizzare il tipo di approccio al cittadino: dobbiamo essere in grado di assorbire le tensioni, rispondendo con competenza e cortesia; curare di più l’immagine esterna: Grottammare ha già un’alta qualità ma possiamo tendere a migliorarla affinché venga riconosciuto anche esternamente lo sforzo che facciamo; i rapporti interni: essere capaci di riconoscersi nelle differenze, occorre saper riconoscere il lavoro del nostro collega e del nostro collaboratore poiché non farlo innesca solo spinte disgreganti; ascolto e condivisione: siamo una struttura ancora piccola e possiamo sentirci ancora più uniti per creare un ambiente lavorativo favorevole e amicale. E proprio per sostenere questo principio di unitarietà da quest’anno istituiamo un riconoscimento per coloro che hanno fatto parte della nostra struttura dedicando anni e anni di impegno”.

Presenti al saluto, infatti, anche i dipendenti che hanno raggiunto l’età della pensione nel corso del 2013 ed ai quali è andato il ringraziamento dell’attuale sindaco e dei suoi due predecessori, Massimo Rossi e Luigi Merli invitati alla piccola cerimonia.

Insieme agli ex sindaci, pertanto, è avvenuta la consegna delle targhe ricordo a: Alberto Ottaviani (farmacia comunale, dal 1997), Giovanni Bruni (Servizi demografici, dal 1971), Giorgio Castelletti (Servizi demografici, dal 1987), Gianfranco Luciani (messo notificatore, dal 1987), Giovanni Vecchiotti (autista scuolabus, dal 1976), Massimiliano Orsatti Piergalini (ragioniere capo, dal 1997). Mancava all’appello Alfonso Zarroli (collaboratore esterno Manutenzioni, dal 2001).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.115 volte, 1 oggi)