MARTINSICURO – “Caro Paolo Natale, siamo stati molto buoni nonostante le avversità ambientali e amministrative che abbiamo dovuto affrontare. Quest’anno  per Natale vorremmo un unico regalo…non l’abbassamento della Tares o la normale viabilità del lungomare…ci accontentiamo della chiusura di questo grande cratere sul marciapiede. Se tu non puoi, lo chiederemo alla Befana. Grazie i tuoi commercianti”

E’ il cartello-letterina sistemato ai piedi della grossa buca tra la fine di via Michetti e il lungomare.  I commercianti tornano così a chiedere con ironia all’amministrazione comunale i lavori di sistemazione del lungomare. In particolare, gli operatori chiedono di richiudere l’enorme cratere, apertosi proprio sul marciapiede, dopo il passaggio del Ciclone Venere lo scorso novembre.

Non vogliamo polemizzare – dicono i commercianti – ma ci fa specie che si facciano Consigli comunali aperti per parlare di turismo, incontri con assessori regionali per parlare di fondi, ma nessuno ha mai parlato in questi 50 giorni della buca e della pulizia del nostro litorale. Per fare turismo crediamo bisogna partire dalle piccole cose e questi interventi meritano priorità”.

I commercianti avanzano anche una proposta: “Chiediamo anche un Tavolo di solidarietà con le cittadine vicine al fiume Tronto. Sarebbe molto interessante, vista la mancanza di mezzi e fondi del nostro Comune, che gli altri Comuni interessati mettessero a disposizione ruspe e mezzi per pulire il lungomare e la spiaggia, noi siamo disposti con una colletta a fornire eventualmente il carburante”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.716 volte, 1 oggi)