SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora una volta il Porto Grande di Porto d’Ascoli teatro della criminalità. I carabinieri hanno arrestato, il 20 dicembre, per furto aggravato un marocchino ventunenne, di Monsapolo del Tronto. G. E. M. tentava di uscire dall’esercizio con abiti griffati dal valore di cinquecento euro. Inoltre il giovane era stato espulso dal territorio nazionale dalla questura di Ascoli ad agosto. Lo straniero è stato quindi trattenuto anche per inosservanza all’ordine di espulsione dall’Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 411 volte, 1 oggi)