SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il comune rinnova il ricordo di tutte le vittime del mare in occasione del 43esimo anniversario dell’affondamento del motopeschereccio “Rodi”. La commemorazione pubblica, dal titolo “L’approdo negato”, avverrà il 23 dicembre alle ore 12 sulla banchina di riva nord “Malfizia”. Il programma prevede la deposizione di una corona dinanzi al Monumento ai Caduti del Mare “Il Mare, il Ritorno” di Paolo Annibali. La cerimonia commemorativa, curata dal Circolo dei Sambenedettesi, sarà quest’anno dedicata a chi ha perso la vita in mare a causa dello scoppio di ordigni bellici malauguratamente rimasti impigliati nelle reti o trovati lungo la rotta.

In questo modo il sodalizio, guidato da Benedetta Trevisani, intende proseguire della tessitura di quel filo della memoria legato ai tragici eventi di guerra che ha conosciuto il 27 novembre scorso un importante momento con la rievocazione dei giorni del tragico bombardamento della città nel 1943. In seguito le autorità si sposteranno sul molo nord, dove renderanno omaggio alle lapidi che punteggiano il muro, frangiflutto del molo nord per tenere viva la memoria dei periti nelle tante tragedie del mare che la città nei decenni ha dovuto vivere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)