MONTEPRANDONE – Il vicesindaco e assessore con delega ai Tributi Romano Speca si rivolge dunque ai cittadini ed alle imprese di Monteprandone per rassicurare tutti che da questo punto di vista “nel nostro Comune il fine anno sarà più leggero”.

TARES Riguardo al tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, Speca sottolinea che i cittadini monteprandonesi non hanno nuove scadenze in vista, perché con i pagamenti effettuati ad agosto e a novembre hanno già pagato tutto l’importo dovuto.

Precisa il vicesindaco: “Certo, per alcune categorie o nuclei familiari si sono registrati aumenti, ma questo è un dato generalizzato ed è dovuto al versamento allo Stato centrale, non certo al Comune, per dei nuovi costi statali da coprire”.

I cittadini di Monteprandone, spiega Speca, hanno di che essere fieri per aver raggiunto un’alta percentuale di raccolta differenziata (74%) “che ha favorito il contenimento della tassa rifiuti che altrimenti sarebbe stata molto più alta”.

La modulazione delle scadenze e l’applicazione per tempo della nuova tassa ha poi permesso ai cittadini di non aver pagato nulla fino ad agosto e, soprattutto, di non avere in questi giorni nessun conguaglio in aggiunta come invece sta accadendo in molti altri comuni limitrofi.

IMU “Anche per l’Imu crediamo di aver ben operato”, aggiunge Speca, spiegando poi che l’amministrazione comunale ha lasciato invariata l’aliquota base sulla prima casa. “A Monteprandone non dovrà essere pagata la cosiddetta mini Imu che alcuni Comuni hanno reintrodotto e che si verserà a gennaio prossimo”.

“Questi risultati pertanto ci confortano sulla bontà della strada avviata, mirata al contenimento del carico fiscale, per quanto in nostro potere, ma sempre con la massima attenzione al mantenimento dei servizi. In particolare – afferma Romano Speca – il settore sociale ha visto in questi ultimi tempi una esplosione di richieste alle quali stiamo dando risposte concrete e innovative: dal volontariato, al sostegno per situazioni specifiche, fino ai progetti di aiuto mirato nel campo occupazionale.

Il perseguimento di una maggiore equità fiscale, una sana ed attenta amministrazione e la collaborazione attiva dei cittadini nel quadro di un rinnovato spirito di fiducia reciproca, devono essere gli elementi fondamentali per aiutare la nostra comunità a superare questo difficilissimo momento”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)