SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doveva scontare una pena di cinque anni e dieci mesi per spaccio di sostanze stupefacenti compiuto al centro della Riviera. Invece B.M.P., tunisino di 35 anni, era ancora a piede libero. Nel pomeriggio del 16 dicembre, però, una pattuglia dei carabinieri ha identificato durante un controllo due persone che si aggiravano a piedi sulla statale 16 nei pressi di Porto d’Ascoli e vedendo che uno di loro non aveva i documenti sono stati entrambi condotti in caserma per verificare le generalità. Infatti, poi si è risalito alla vera identità del tunisino.

L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ascoli, dove sconterà la pena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)