SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è chi vive la crisi attuale direttamente sulla propria pelle. Questo è il caso di una coppia (lui pugliese, lei romena) che da diverso tempo sostavano e vivevano a ridosso del portone d’ingresso dell’ex cinema Delle Palme. Lo stabile è inutilizzato, la Sovrintendenza dei beni culturali ha deciso temporaneamente di non intaccarlo nonostante, appunto, le pressioni di qualche cittadino per trasformarlo in un dormitorio per clochard. Gli sfortunati protagonisti di questa triste storia si sono piazzati lì nonostante il grande freddo e i conseguenti malanni. Nessuna istituzione si era fatta avanti nonostante diverse segnalazioni.

Alla fine tramite un tam tam mediatico, guidato dal giornalista Mediaset Remo Croci, è stato deciso un presidio nella serata del 16 dicembre per dare vicinanza ai senzatetto e sensibilizzare la collettività. Al raduno si sono ritrovati una trentina di persone che hanno portato anche generi di prima necessità per aiutare la coppia. Poco dopo il sindaco Gaspari e la sua amministrazione sono intervenuti pagando, a spese del Comune, un albergo per la loro sistemazione.

Qualcuno ha visto questo gesto solo come il tentativo di evitare una brutta figura davanti alla stampa per questa delicata situazione. Ma il Comune ha diramato un comunicato, che riportiamo, dove si vuol chiarire alcuni punti della vicenda: “Gli uffici dei servizi sociali, ben prima che la vicenda fosse oggetto di attenzione da parte dei mezzi di comunicazione, si stavano operando senza clamori per trovare, compatibilmente con le risorse disponibili in base alla legge e con le sistemazioni reperibili, un alloggio per la prima emergenza di queste persone che, lo ricordiamo, non sono residenti a San Benedetto. Erano state proposte delle soluzioni di ospitalità che non sono però state accettate dai due senzatetto”.

La speranza è che non si ripetano più questi casi di degrado sociale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 755 volte, 1 oggi)