SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La gara Samb-Tolentino di domenica 15 dicembre verrà disputata in campo neutro e a porte chiuse.

A deciderlo il Giudice Sportivo che ha sanzionato la Sambenedettese a causa delle presunte intemperanze di alcuni sostenitori nei confronti dell’assistente del direttore di gara nel corso del match di domenica scorsa.

Oltre alla squalifica del campo il club rossoblu dovrà pagare un’ammenda di 1.500 euro.

Ecco la motivazione riportata all’interno del comunicato: “Per aver i propri sostenitori, in campo avverso, insultato e minacciato un A.A. per tutto l’arco della gara, per aver uno di questi lanciato a gioco fermo nel terreno di gioco un pallone bucato senza colpiree per aver un esagitato attinto l’assistente con sputi che lo colpivano alla testa, alla schiena e alle gambe, costringendo l’arbitro a sospendere temporaneamente la gara che veniva poi ripresa e portata regolarmente a termine. Si squalifica il campo di gioco con l’effettuazione della gara a porte chiuse della Società Sambenedettese Calcio per una gara, da scontare nel prossimo incontro interno in calendario”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.500 volte, 1 oggi)