SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Finalmente e’ partito (con un po’ di ritardo?) il piano operativo di intervento straordinario di pulizia e manutenzione dell’arenile, invaso da materiale di varia natura portato sulla spiaggia dalle mareggiate e dai torrenti. Proprio ieri, infatti, avevamo denunciato lo stato della spiaggia di San Benedetto nelle vicinanze dell’Albula.

Gli operai della Picenambiente, insieme a cinque lavoratori con contratto “voucher” assunti dal comune, lavoreranno gradualmente partendo da nord, lungo tutta la fascia costiera con interventi di pulizia meccanica e manuale.

Entro il 12 dicembre sarà allestito un “cantiere mobile” sulla spiaggia libera davanti all’ex camping dove saranno accumulati i detriti. Dopo di che inizieranno le operazioni di separazione dalla sabbia. Infine, il materiale sabbioso sarà riportato sul litorale mentre i rifiuti saranno avviati a recupero o smaltimento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)