SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Il 16 dicembre a Cupra Marittima si terrà una nuova Conferenza dei Sindaci sul tema della sanità. “Dopo tante riunioni del Comitato ristretto torniamo a incontrarci”, dice il presidente Giovanni Gaspari. Sarà l’occasione per esprimere valutazioni sulle condizioni dell’Area Vasta 5 e sull’operato del direttore Giovanni Stroppa, il cui mandato è in fase di scadenza.

“La mia sensazione è che ci sia qualcosa che non va”, osserva il sindaco sambenedettese. “In più settori non vedo lo scatto di reni per poter affermare che laddove si è intervenuti le cose oggi vanno meglio. Non sono arrivati i risultati attesi e quei miglioramenti sensibili auspicati. In questi giorni sono giunte delle critiche relative ad un direttore sanitario che avrebbe sostituito un centralinista. Fosse vero, sarebbe grave. Non può accadere. C’è un problema strutturale”.

Gaspari fa notare che tutti i malumori sparirebbero con l’avanzamento del progetto dell’ospedale unico, a metà strada tra i due nosocomi di Ascoli e San Benedetto. “Ma passeranno degli anni e noi non possiamo vivere un periodo così lungo in questa maniera”.

Riguardo a Stroppa, Gaspari non intende mettere il carro di fronte ai buoi: “Tireremo una linea alla fine, faccia ciò che deve fare. Sono convinto che la Regione non potrà non tenere conto dei pareri che esprimeranno gli amministratori dell’intera area Vasta”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 346 volte, 1 oggi)