TERAMO – Per ragioni di sicurezza la provinciale 43 per Pietracamela rimane chiusa anche questo week-end ma la prossima settimana inizieranno i lavori di messa in sicurezza del versante con un intervento risolutivo: una rete corticale chiodata fissata sulle palificate.

La decisione è stata assunta questa mattina dopo un ulteriore sopralluogo e dopo i calcoli rimessi dalla società di ingegneria Geina srl alla quale è stato chiesto un parere circa caratteristiche e dimensionamento della rete.

I lavori costeranno circa 250 mila euro e la Provincia, che non ha risorse in cassa, userà la procedura della somma urgenza andando a costituire un debito fuori bilancio.

L’ente, quindi, che ha già provveduto a bonificare la strada dalle frane e dagli smottamenti, ha deciso di farsi carico anche dell’intervento sul versante: “che non sarebbe di nostra competenza visto che stiamo parlando di un fenomeno di dissesto idrogeologico che riguarda la parete ma proprio in considerazione del fatto che siamo di fronte ad una delle stazioni sciistiche invernali più importanti del centro Italia e degli sforzi che sono stati fatti per far ripartire gli impianti di risalita, abbiamo concordato sulla scelta di agire” afferma Romandini che continua: “una decisione non facile, presa dopo aver consultato i tecnici e il presidente Catarra. Sappiamo quanto fosse importante questo fine settimana per gli operatori di Pietracamela e Prati di Tivo ma neanche loro possono permettersi la cattiva pubblicità che deriverebbe da un incidente e al primo posto delle nostre responsabilità vi è quella della sicurezza, dell’incolumità dei cittadini” .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)