COLONNELLA – Evitare le vie già battute dei manifesti estetici. Non limitarsi alle strade del mercato. Avanzare nuove realtà e concezioni che facciano dell’eterogeneità e dell’ibridazione, le modalità di un agire artistico propositivo e aperto all’incontro. La collettiva Sovversi, che vede in mostra Lorenzo Aceto, Paola Angelini, Lorenzo Bartolucci, Hernan Chavar, Luca De Angelis, Luca Farina e Giorgio Pignotti, dal’8 al 22 dicembre 2013, è la messa in atto di questi presupposti. I “Sovversi”, invadono uno spazio atipico, quello di Palazzo Pardi e propongono la pluralità dell’attuale arte figurativa, come mezzo di indagine. L’arte è esposta in maniera diretta ed essenziale, senza impalcature teoriche. E’ un invito per lo spettatore ad osservare e sopratutto riflettere.

La mostra a cura di Daniele De Angelis e Alessandra Morelli mette insieme desideri e virtù degli Artisti, più che noti all’interno del sistema arte nazionale e non solo, che hanno fatto della semplicità “dialettica”, la base per il manifesto sovversivo. Le eterogenee espressioni, si snodano fra le sale dell’antico palazzo proponendo allo spettatore, l’iconico dell’Arte contemporanea.

Con tecniche e poetiche differenti le opere esposte affrontano la figuratività come campo d’azione aperto e complesso, dove ciò che si concretizza è spesso una visione parziale, non finita, perché pronta a generare sempre nuove intuizioni e nuovi sguardi.

“I tempi che siamo costretti ad affrontare – dice Daniele De Angelis –  hanno messo in crisi, tra le molte cose, anche la percezione di noi stessi, come singoli e come società, facendo venir meno la coesione tra le tessere della collettività (in senso culturale ed economico). Non è per questo possibile alcuna rivoluzione culturale o di movimento, almeno intesa nella storica accezione di rivolta. Oggi non si fanno più rivoluzioni, non sventoliamo più nessuna bandiera, perché non è più tempo di giocare. Forse però è possibile sovvertire questo assetto con un nuovo sguardo, capace di scorgere nell’atomizzazione del reale una propulsiva complessità di proposte e concetti, necessari alla resa dei molteplici aspetti dell’uomo e delle sue visioni”.

Chiudi la bocca e guarda” è l’invito sovversivo della mostra, patrocinata dal Comune di Colonnella, che verrà inaugurata domenica 8 dicembre 2013 a partire dalle ore 18.30. presso palazzo Pardi, piazza del Popolo. Dj set e degustazioni vini del territorio.

La mostra “Sovversi: chiudi la bocca e guarda”, resterà aperta dal’8 al 22 dicembre 2013, presso Palazzo Pardi, Piazza del Popolo Colonnella (TE).

Orari aperture: sab/dom dalle 18.00 alle 20.00.

Per visite guidate nei giorni feriali info: Giorgio Pignotti 328.0447008

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 229 volte, 1 oggi)