SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Giornata delle Marche, in programma il 10 dicembre al PalaRiviera di San Benedetto, costerà 40 mila euro. La cifra verrà inizialmente versata dal Comune a cui successivamente la Regione rimborserà la somma, a fronte di una dettagliata rendicontazione delle spese sostenute.

Circa 31 mila euro saranno necessari per l’allestimento della sala rossa da 999 posti della struttura di Via Paganini. Altri 3.658 euro occorreranno per l’acquisto delle cartelle intitolate “Una città aperta tutto l’anno”, da dare in omaggio a tutti i presenti. Si chiuderà con ulteriori 3.159 euro per la compera di gadget personalizzati. Si tratterà di mille bandierine formato A4 e altrettante palline antistress personalizzate. A produrle la ditta Publisport: “Si è proceduto ad una ricognizione sul catalogo del Me.Pa. – informano dal Municipio – verificando che tra le categorie merceologiche presenti non ci sono voci specifiche relative alla personalizzazione e realizzazione di materiali per eventi. Pertanto si è ritenuto opportuno rivolgersi ad un operatore specializzato nella realizzazione di materiale”.

Si specifica inoltre che la scelta del Palariviera, effettuata da Palazzo Raffaello, “non è soggetta a gara in quanto trattasi dell’unico impianto presente nel territorio di San Benedetto adatto ad ospitare un evento di tale portata ed importanza”.

La Giornata delle Marche viene celebrata da nove anni, allo scopo di “riflettere e sottolineare la storia, la cultura, le tradizioni e le testimonianze della comunità marchigiana, per rafforzarne la conoscenza e il senso di appartenenza”.

La manifestazione, condotta da Andrea Carloni, prenderà il via martedì alle 17, con il saluto di benvenuto del sindaco Giovanni Gaspari. Subito dopo toccherà al presidente della Regione, Gian Mario Spacca. Alle 17.30 verrà dunque proiettato il filmato “L’ambizione del classico. Le Marche ed i grandi marchigiani”, a cura di Giorgio Mangani.

Dalle 17.45 spazio alle premiazioni. Prima con la consegna del Picchio d’oro alla memoria del dottor Carlo Urbani, nel decennale della sua scomparsa, e poi con l’assegnazione del premio “Presidente della Regione Marche”.

Non mancherà la musica. Alle 18.15 l’Orchestra Filarmonica Marchigiana eseguirà il “Concerto per le Marche”, che passerà il testimone all’“Inno delle Marche” di Giovanni Allevi.

La riuscita dell’evento potrebbe essere compromessa dalla scelta dell’orario, proibitivo a molti considerata la giornata lavorativa. Da capire infine quale sarà l’affluenza degli studenti delle scuole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.104 volte, 1 oggi)