ACQUAVIVA PICENA – Il maltempo del 2 dicembre ha causato notevoli disagi anche nella cittadina picena. Si sono verificate alcune frane, una delle quali lungo la strada Boreale, sottostante il Palazzo Comunale, che ha causato l’interruzione dell’energia elettrica e della fornitura d’acqua. Riportiamo un comunicato del primo cittadino Pierpaolo Rosetti riguardante la situazione attuale.

“Grazie all’intervento dei tecnici dell’Enel, è stato possibile ripristinare la fornitura di energia elettrica e dell’acqua, nella serata, con completamento dei lavori nel pomeriggio del 3 dicembre. Gli operai comunali, insieme alla Polizia Municipale, l’Ufficio tecnico e i membri del gruppo comunale di Protezione Civile, si sono impegnati sino a tarda sera, nella rimozione delle frane, anche su strade provinciali, completando il ripristino della viabilità nella mattinata del 3 dicembre. Gli interventi sono stati molteplici, in via Boreale, via Valle Apparivano II, contrada Forcola IV, via Santa Lucia zona Abbadessa, zona San Francesco, contrada Casari, contrada Sant’Angelo, contrada Paterno, contrada Fonte Palanca. Lungo la Provinciale Acquavivese 1, nelle vicinanze della Caserma dei Carabinieri, si è verificato un cedimento della banchina laterale posta a valle della sede stradale, per la quale l’Amministrazione comunale si è subito attivata per ottenere la messa in sicurezza del versante da parte della Provincia, proprietaria della strada, già a lavoro per compiere i primi interventi che consentiranno di ricreare una situazione di sicurezza. Riguardo alla chiusura di contrada Fonte Palanca, liberata dalla frana nella mattinata del 3 dicembre, le famiglie effettivamente residenti hanno una strada di accesso privata alla via Padre Angellotti, mentre nella terza abitazione la residente era presso altra abitazione. Pur comprendendo le doglianze di alcuni cittadini, pronti a segnalare sui giornali la mancata riapertura della strada, la contestazione appare eccessiva e non corrisponde alla realtà delle cose e non rende onore all’intenso lavoro svolto dall’amministrazione comunale che è riuscita a ripristinare la normalità in meno di due giorni e non risulta abbia lasciato residenti isolati. Certamente ogni emergenza rappresenta un importante banco di prova per la macchina dei soccorsi il cui obiettivo è sempre quello del miglioramento e la celerità dell’intervento. Nel caso specifico si verificherà quali residenti si siano trovati in difficoltà, al fine di chiarire il malinteso”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 657 volte, 1 oggi)