MONTEPRANDONE – Il loro piano per estorcere denaro alle loro vittime era perfetto. Almeno così lo credeva una banda, formata da cinque persone, prima di essere arrestata. Nella giornata del 28 novembre, all’udienza preliminare presieduta dalla giudice Giuliana Filipello, sono stati condannati Francesco Cataldo Rosarno (ideatore delle estorsioni) a quattro anni e otto mesi, Salvatore Silvestre a due anni e otto mesi e Francesco Ceravolo a un anno e otto mesi. Mentre Patrizio Distaso e Davide Rivolta hanno scelto di affrontare il processo. Le persone prese di mira dalla banda erano tutti residenti a Monteprandone e dintorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 951 volte, 1 oggi)