SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Elio Core, presidente del comitato di quartiere Porto d’Ascoli centro dà voce alla rabbia di cittadini indignati per una morte che, forse, si sarebbe potuta evitare: quella del ciclista di Martinsicuro Maurizio Foglia.

Tale episodio ripropone energicamente la necessità della manutenzione del manto stradale.

Il comitato di quartiere di Porto d’Ascoli centro più volte ha segnalato il dissesto che giornalmente crea problemi ai pedoni, ai ciclisti, motociclisti, all’interno del quartiere; transitare per le vie del centro è diventato un calvario a causa del manto stradale dissestato con presenza di buche che sembrano crateri. Questo scenario penalizza fortemente l’immagine turistica della città.

“Riteniamo che la manutenzione delle vie sia un fatto prioritario in questa città ed il rifacimento dell’asfalto debba avere una corsia preferenziale onde evitare disagi ed accadimenti purtroppo luttuosi”, afferma Elio Core.

Le vie del centro di Porto d’Ascoli, e non solo, quotidianamente ed in particolar modo nei giorni festivi sono frequentate da gruppi di ciclisti che praticano attività sportiva, creando molte volte difficoltà e pericolo di transito per gli automobilisti.

Peraltro numerose sono le telefonate di protesta che giungono al comitato di quartiere da parte di cittadini che segnalano la pericolosità del transito e chiedono un intervento e la regolamentazione di questo sport da parte delle istituzioni locali.

Il presidente aggiunge: ”è giunto il tempo che questa pratica sportiva di gruppo, seppur lodevole, debba essere disciplinata al pari di un motoraduno o raduno di macchine di epoca che transitano per le vie del centro ove è presente una organizzazione che segnala il percorso da effettuare ai vigili urbani e ad altri organi; a ciò si aggiunge che sono state poste in essere, da parte dell’Amministrazione comunale, piste ciclabili che dovrebbero risultare la sede più idonea per questo tipo di sport ludico, evitando cosi luttuosi e strazianti incidenti stradali come spesso la cronaca ci pone all’ordine del giorno”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 630 volte, 1 oggi)