SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo le scene natalizie girate al Paese Alto due settimane fa e il momentaneo spostamento in Abruzzo per le riprese su una piattaforma privata al largo di Pescara, la produzione di “Mio papà” è di nuovo a San Benedetto.

Martedì la troupe si è stabilizzata dalle 16 fino a notte fonda al Viniles, sul lungomare. All’interno del locale, il regista Giulio Base ha realizzato i ciak relativi al Capodanno e ad un addio al nubilato, con Giorgio Pasotti e Fabio Troiano. La sera prima era invece stata la volta del disco Bowling di Porto d’Ascoli, invaso da attori e macchine da presa.

L’intero cast deve vedersela con le difficili condizioni climatiche che hanno portato neve fino a bassa quota. “Il freddo l’hanno inventato oggi”, è stato il commento mattutino di Base sul suo profilo di twitter. In tal senso, la Capitaneria di Porto ha pertanto vietato per il 27 novembre le riprese lungo il tratto del Molo Nord del Porto.

Prodotto da Movie And e Rai Cinema, con la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali, “Mio papà” costerà 2 milioni di euro. Il film racconta il rapporto affettivo in una famiglia allargata tra un bambino – interpretato da Niccolò Calvagna – e il nuovo compagno della madre.

Come location verranno interessate prossimamente il Teatro Concordia (che per l’occasione tornerà ad essere un cinema), le piazze Giorgini e Nardone e la sede dell’Unicam.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.196 volte, 1 oggi)