ASCOLI PICENO – Abbiamo ricevuto una segnalazione da parte di una nostra lettrice riguardante un insolito ritardo a un concorso pubblico. Il comune ascolano, nel maggio 2013, ha indetto una selezione pubblica (per titoli e colloquio) per la formazione di una graduatoria di farmacisti collaboratori. La domanda doveva essere presentata entro il 21 giugno. Poco dopo, il 12 luglio, sono resi noti i candidati ammessi al concorso. Da lì in poi una serie di rinvii e sospensioni mai motivate. La data del colloquio era stata fissata per il 23 settembre, poco dopo è stata rinviata al 23 ottobre per poi questa data essere cancellata. È deciso che il giorno “buono” sarà il 25 novembre. Ma, a pochi giorni dalla data stabilita, arrivano un’altra sospensione e rinvio a un altro giorno non ancora comunicato.

La nostra lettrice ci comunica che, insieme con altri candidati, hanno provato a prendere contatto con gli uffici comunali senza però trovare risposta. Oltre all’insolito ritardo sembra paradossale il non motivare o spiegare questi continui rinvii, non tenendo conto dell’attesa e dei sacrifici dei partecipanti che ormai sono da vari mesi tenuti con il fiato sospeso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 396 volte, 1 oggi)