CUPRA MARITTIMA – Durante il consiglio Comunale di giovedì 21 novembre sono state comunicate diverse decisioni importanti. Nella serata infatti è stato approvato il Piano Comunale d’Emergenza, redatto dal comandate della Polizia Municipale Luigi Locci. Il piano prevede diverse schede di di comportamento suddivise per ogni tipologia di emergenza, dalla neve all’alluvione, dalle frane al terremoto o agli incendi, insomma per situazioni ordinarie o straordinarie in cui potrebbe imbattersi un cittadino. Il regolamento sarà reso noto, illustrato e distribuito nel corso di assemblee pubbliche che verranno indette a breve.

Si è approvata inoltre la variante al piano delle opere pubbliche triennali. Arriveranno infatti i finanziamenti da parte della Regione Marche e della Provincia di Ascoli Piceno, in particolare dal Gal Piceno, per tre progetti, due due quali non rientravano nel piano triennale cuprense delle opere pubbliche. I finanziamenti sono indirizzati quindi alla ristrutturazione della chiesa di San Patrizio in via delle Cupe, all’arredo dell’ostello-casa studio realizzato all’interno del Parco Archeologico, alla sistemazione dell’area circostante a questa casa, intervento che consiste nella pavimentazione dell’area circostante e ristrutturazione degli edifici presenti sempre intorno all’attuale ostello.

Approvato inoltre il regolamento Comunale per la disciplina del servizio taxi e autonoleggio, servizio momentaneamente assente a Cupra Marittima ma di cui si avverte la necessità.

Approvato anche l’assestamento generale di bilancio per l’esercizio finanziario 2013. Ha affermato il sindaco Domenico D’Annibali: “La situazione economica che i Comuni stanno vivendo è davvero dura, ma pur avendo risentito dei forti tagli dal Governo centrale e nonostante le ulteriori trattenute dall’Agenzia delle Entrate, siamo riusciti a mettere in sicurezza il bilancio grazie ad una gestione oculata”.

Spiega l’assessore al bilancio Susanna Lucidi: “Le recenti novità introdotte in tema di finanza pubblica come la creazione del Fondo di Solidarietà Comunale hanno determinato per Cupra un ulteriore taglio di risorse, infatti lo Stato tratterrà a dicembre l’Imu destinata al Comune per circa 350 mila euro. Con questo taglio l’amministrazione è costretta a rivedere alcune spese e purtroppo, almeno attualmente, non riuscirà a realizzare un tratto di marciapiede a nord della Statale 16 e si dovrà rinunciare in parte alla sistemazione della pubblica illuminazione del centro del paese”.

Oltre all’assestamento di bilancio sono state deliberate le tariffe Tares 2013 mediamente molto più basse di quelle di altri comuni soprattutto per le utenze non domestiche e il relativo regolamento che prevede riduzioni del 30 per cento della tariffa per le utenze domestiche ove risiedono persone portatrici di handicap gravi, riduzione del 30 per cento per le attività stagionali e per i bar che non abbiano installato slot machine e non abbiano fra i prodotti in vendita giochi di qualsiasi genere che prevedono premi in denaro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 230 volte, 1 oggi)