GROTTAMMARE – Riceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Grottammare Enrico Piergallini.

A conclusione del Mese della Partecipazione esprimo la mia soddisfazione per la grande partecipazione dei cittadini, sia alle assemblee di quartiere, che agli incontri di approfondimento. L’obiettivo che ci proponevamo era quello di stimolare il dibattito ed il confronto e quindi non può che farci piacere che siano emerse posizioni diverse, a dimostrazione della vitalità della città.

Per quanto riguarda la proposta di alcuni di inserire un moderatore esterno nelle assemblee di quartiere, faccio presente che le stesse sono impostate come un incontro tra l’Amministrazione e i cittadini e per questo motivo il sindaco introduce e coordina. Non si tratta di un dibattito tra candidati, la campagna elettorale è finita! Ora l’Amministrazione comunale ha il dovere di amministrare e lo fa insieme ai cittadini ascoltando con la massima attenzione le proposte e le posizioni anche di quelli più critici, come del resto è sempre stato fatto in 20 anni di governo da parte del movimento di Solidarietà e Partecipazione, utilizzando il modello partecipativo.

Per quanto attiene invece il progetto di ristrutturazione del vecchio ospedale, tengo a precisare che l’obiettivo del progetto stesso punta al recupero dell’esistente e non aumenta di un centimetro l’edificio storico attuale. Inoltre, il progetto ha ottenuto il parere favorevole da parte della Soprintendenza e il finanziamento regionale che consente di recuperare l’edificio nella sua interezza. L’eventuale riduzione dell’edificio comporterebbe l’eliminazione di spazi disponibili per le associazioni culturali che sono destinate ad animare quello spazio.

Peraltro, faccio rilevare che nell’assemblea di quartiere del paese alto, svoltasi il 14 novembre, nessuno dei presenti ha espresso riserve sul progetto di recupero.

Invito, pertanto, l’estensore o gli estensori della nota inviata ai giornali a nome dei “cittadini del paese alto”, a partecipare di più e a sostenere maggiormente le proprie idee negli incontri pubblici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 331 volte, 1 oggi)