SAN BENEDETTO DEL TRONTO- “Non di rado ciò che sta scritto è sfasato rispetto a ciò che, in quanto vissuto, avrebbe dovuto dargli origine. Non si domandi pertanto al poeta ciò che ha pensato o ha sentito, è proprio per non doverlo dire che scrive versi”.

Così diceva il premio nobel Josè Saramago. Infatti alcune volte il piacere dello scrivere aiuta il superamento di barriere come la timidezza o l’incapacità della comunicazione verbale.

La scrittura è una tra le comunicazioni più antiche e più durature nel tempo, anche se si lascia uno scritto in un cassetto o riposto in un baule ci sarà sempre qualcuno, spinto da bramosia di sapere e accompagnato dalla sua curiosità che lo leggerà.

Ispirato a questo tema è il concorso “I colori delle donne”, la cui premiazione verrà effettuata domenica 24 novembre alle ore 17, nella sala del Consiglio Comunale di Grottammare.

La manifestazione è a portata nazionale, come ha spiegato Maria Antonietta Lupi, presidente della commissione Provinciale pari opportunità: “Anche quest’anno sono state molte le partecipanti da più parti d’Italia”.

La competizione letteraria è rivolta a tutte le donne di qualsiasi età e si tratta di fare un elaborato scritto di prosa o poesia.

Sono presenti tre categorie, la prima rivolta alle over 35, la seconda alle giovani tra i 15 e i 35 anni e la terza è quella a menzione speciale che quest’anno si è aggiudicata Daniela Placido da Forlì con il racconto “la rosa di Chiara”.

Le altre vincitrici sono per le over 35, Maria Pia Brunelleso di Roma con la poesia “eremo dell’anima”e Franca Falgiatore di Ascoli Piceno con la prosa”la gallina Carmela”, per le giovani Annalisa Marcelli con il racconto”il trentacinquenne”e Ilaria di Pietrangelo di Roma con la poesia “l’amore e oltre”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 331 volte, 1 oggi)