GROTTAMMARE – Tares e Imu, si preannuncia molto caldo il consiglio comunale che si svolgerà a Grottammare venerdì 22 novembre a partire dalle 17. Infatti occorrerà stabilire le tariffe del Tributo Comunale sui Rifiuti e Servizi (Tares) così come rivedere le aliquote Imu. E considerando quanto accaduto anche nei comuni limitrofi, con aumenti importanti, quanto sarà deciso a Grottammare sarà sicuramente interessante per i cittadini. Anche se nella nota stampa di presentazione si parla di “riduzione Tares per fasce di reddito e periferia ed esercizi commerciali che rinunciano alle slot machines“.

La seduta prevede all’avvio dei lavori cinque interrogazioni, di cui tre presentante dal gruppo consiliare Concetti Sindaco (consiglieri Vagnoni e Stampatori) e due dal gruppo Movimento 5 Stelle (consigliere Crimella). Rispettivamente, i quesiti trattano i seguenti argomenti: l’abbattimento delle barriere architettoniche di piazza Dante Alighieri, la viabilità di via Sisto V e il conferimento di incarico esterno per i lavori di riduzione del rischio sismico e di efficienza energetica della scuola di via Alighieri; la sincronizzazione del sistema semaforico cittadino e la necessità di indagine ambientale nel sottosuolo dell’area ex Cardarelli.

Prima di affrontare il tema Tares, il consiglio affronterà l’approvazione delle linee programmatiche per il mandato amministrativo del sindaco Piergallini. L’approvazione è un atto da realizzarsi entro 180 giorni dall’insediamento, come previsto nello Statuto comunale (art.70). Seguirà la votazione per la sostituzione del componente di minoranza della Commissione elettorale comunale, a seguito delle dimissioni che hanno rinnovato il gruppo Concetti Sindaco.

Riguardo la Tares, recenti disposizioni normative, invitano i Comuni a dotarsi di un regolamentoentro il 30 novembre. Al consiglio comunale, dunque, verranno sottoposti il regolamento elaborato dal servizio Tributi e le tariffe che verranno applicate sul territorio comunale per l’anno 2013. Queste sono distinte per utenze domestiche e non domestiche, le prime calcolate in base a superfici e composizione nucleo familiare, le seconde parametrate a superfici e categorie di riferimento. Nel documento, sono state previste riduzioni per reddito e per zone di periferia (reintrodotte dopo un iniziale stop del Governo) e sono contemplate agevolazioni per le attività di recente avvio e per quegli esercizi che non detengono slot machines.
Torna nella sala consiliare anche la questione scadenze, già affrontata ad inizio estate, in quanto il termine della terza rata (di conguaglio), fissato al 30 novembre, è stato posticipato al 16 dicembre.

Il consiglio comunale si chiuderà con la proposta di ratifica della delibera per una variazione di bilancio approvata dalla giunta comunale: il documento contiene una serie di aggiustamenti tra capitoli dei settori sociale, manutenzioni e anagrafe-cultura; l’inserimento in bilancio di un contributo regionale di 18000 euro per la sistemazione della palestra scolastica di via Toscanini e di maggiori entrate pari a 6400 euro, derivanti dalla concessione a un privato dell’uso di una vasca di produzione di energia idroelettrica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 552 volte, 1 oggi)