VAL VIBRATA – Gli uomini del nucleo operativo dei Carabinieri di Alba Adriatica hanno arrestato tre nigeriani, facenti parte di un’organizzazione criminale che ha operato, dal 2006 al 2010, anche sulla Bonifica del Tronto.

Devono tutti scontare pene residue legate ai reati di concorso in associazione a delinquere aggravata, concorso in riduzione e mantenimento in schiavitù, tratta di esseri umani, concorso in lesioni personali, concorso in favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina, concorso in sfruttamento della prostituzione e concorso in violazione della norma sulla tutela della maternita’ e della gravidanza. Il provvedimento di carcerazione è stato emesso dalla Procura della Corte di Appello di Perugia su sentenza passata in giudicato.

Sono finiti così in manette una donna, Auyudubue Edith di 32 anni, fermata a Nereto. La nigeriana dovrà scontare 8 anni e 6 mesi di reclusione. A Sant’Egidio alla Vibrata è stato invece fermato Wuigbe Topmanosakpolor, di anni 37 e con cittadinanza austriaca, che dovrà trascorrere in cella 3 anni e 2 mesi. L’ultimo arresto è stato effettuato invece a Martinsicuro: si tratta di Osazuwa Kenneth, 34enne domiciliato nella città truentina, anche per lui 3 anni 2 mesi di reclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 397 volte, 1 oggi)