SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Date da bere ai sambenedettesi o conquisteranno il mondo. Così dice un proverbio irlandese rivisitato, a tal proposito l’amministrazione grazie all’apporto economico del gruppo Gabrielli e del Bim (bacino imbrifero del Tronto), sabato 16 novembre inaugurerà ben due fontane di acqua pubblica.

Le fontane di acqua pubblica sono diverse dalle tradizionali “fontanelle”, si possono definire dei chioschi dove si potrà acquistare l’acqua grazie ad una special card ricaricabile, il costo di un litro sarà di 2 centesimi, tranne che per il primo mese in cui sarà tutto gratuito, inoltre si potrà scegliere tra naturale e leggermente frizzante.

La special card si potrà acquistare sia in Comune che in enti adibiti e potrà essere ricaricata sia di 30 euro per tutto l’anno o di 5 euro alla volta.

Questo progetto nasce dalla voglia di avere l’acqua a “km o”, riutilizzando sempre lo stesso recipiente e non comprandone sempre di nuovi. Si eviterebbe in questo modo il largo spreco della plastica, oltre a questo si ridurrebbe l’eccessivo uso di mezzi pesanti per il trasporto dell’acqua.

Sulle fontane sarà inoltre posto uno schermo che oltre a pubblicizzare il gruppo Gabrielli, darà avvisi comunali e del Bim. Si tratta di un’iniziativa lodevole sulla carta, starà poi al cittadino giudicare se un servizio di acqua a pagamento non farà  perdere  il progetto in un bicchiere d’acqua.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1 volte, 1 oggi)