SAN BENEDETTO DEL TRONTO – IL Popolo della Libertà denuncia il crollo turisti stranieri nel settembre riscontrati negli hotel della Riviera: -22,4% di arrivi e il -23,09% di presenze.

“Risultati disastrosi” per il movimento azzurro, nonostante il crollo sia in gran parte dovuto ai Mondiali di Pattinaggio che andarono in scena tra il 5 e il 16 settembre nel territorio piceno.

“La promozione estera è stata dispendiosa, tuttavia ci ritroviamo con solo 1679 stranieri in più rispetto all’anno scorso da maggio ad agosto. Eppure vantiamo la più grande infrastruttura alberghiera della regione con oltre 80 alberghi. L’attenzione sugli arrivi ha lo scopo di dimostrare la scarsa capacità di cattura, di accoglienza. A noi spetterebbe solo questa, lo dice la legge, informate l’assessore Sorge”.

Il Pdl vuole evitare la polemica. Al contrario intende fotografare l’ultimo anno dell’amministrazione comunale, condito a livello turistico da numerose missioni all’estero a rimorchio del Presidente Spacca. “Altri non hanno speso un euro e stanno meglio di noi. Probabilmente se non li avessimo investiti non sarebbe cambiato molto”.

Riguardo ai 26 mila euro finiti nelle casse dell’Assoalbergatori, Pasqualino Piunti porta alla luce il piano economico di gestione che prevedeva un sostegno di 12 mila euro, a cui se ne sommavano altri 20 mila da destinare al Consorzio Turistico, per le attività promozionali e di accoglienza. “Dobbiamo ancora capire a cosa serva quest’ultimo ente, considerato che è l’unico a rimanersene sempre a casa, continuando però a prendere fondi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 417 volte, 1 oggi)