Il video sarà visualizzabile anche sui canali della televisione digitale terrestre Super J Tv, visibile al canale 603 nelle Marche e in Val Vibrata e 634 in Abruzzo.
Riprese e montaggio Arianna Cameli
Servizio Massimo Falcioni

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un volume d’affari da 71 milioni di euro in tre mesi. A cui si aggiunge tutto l’incasso indiretto, derivante dai negozi, dai ristoranti e dai vari locali. I dati relativi all’estate 2013 raccontano di 113.433 arrivi e 716.958 presenze totali nei mesi di giugno, luglio ed agosto, per un incremento rispetto a dodici mesi fa del 6,2 e 3,8%.

“Mi fa ridere chi tenta di imbastire la polemica su investimenti di mille, 2 mila, 20 mila euro per  missioni all’estero che servono a portare qui turisti che muovono tanti soldi”, dichiara Giovanni Gaspari. Il sindaco sottolinea soprattutto l’exploit degli stranieri negli alberghi: +13,8% di arrivi (che ad agosto raggiungono il 34,6%) e +4,7% di presenze.

“Non era scontato – prosegue il primo cittadino – senza grandi industrie, questo territorio riesce ancora a tamponare la crisi. Grazie al sostegno della Regione ci siamo aperti a nuovi mercati”.

Nel periodo gennaio-agosto, tra gli hotel e gli esercizi complementari, si è registrato un +7,3% nel campo degli arrivi ed il 3,14 in quello delle presenze. La capacità ricettiva ha pertanto toccato i 12.244 posti letto disponibili in tutta la città, con 74 strutture alberghiere, 12 residenze turistico-alberghiere, 42 punti extraalberghieri ed altre 60 realtà sulla scia dei bed&breakfast.

Per l’amministrazione comunale i numeri certificano la riuscita di un progetto, che si è spesso imbattuto in critiche, accuse e perplessità. “Quando si strumentalizza ci si aggrappa a tutto. Anziché  accanirsi terapeuticamente sulle spese iniziali, bisognerebbe soffermarsi sulla rendicontazione finale. Metteremo a disposizione tutte le voci – informa Gaspari – il problema delle determine dirigenziali è che ci costringono a comunicare un impegno generale”.

Le Marche del Sud proporranno un pacchetto ad hoc, che coinvolgerà i comuni di Ascoli, Fermo e Macerata. “Unirà cultura, enogastronomia e mare. Con questi viaggi abbiamo colto un’opportunità, ci siamo fatti trovare pronti prima degli altri”.

Dopo Mosca, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Varsavia, Praga e New York, a marzo si volerà in Olanda e poi probabilmente in Svezia. “Non si può più distinguere tra promozione ed accoglienza”, fa notare l’assessore al Turismo Margherita Sorge, che giustifica anche il finanziamento di 26 mila euro elargito nelle scorse settimane all’Assoalbergatori: “Quando istituimmo la tassa di soggiorno ci impegnammo a ristornare tutto l’introito a sostegno del turismo. Non c’è niente di male se una piccola parte di quella quota va a loro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.258 volte, 1 oggi)