SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Capire cosa si beve non è semplicemente bere: per questo, in un ambiente favorevole e rilassato come quello della degustazione in un Centro Commerciale, si possono trasmettere pillole di cultura dei vini del Marcuzzo.

Stefano Nico, sommelier della Scuola Europea Sommelier e fiduciario della sezione marchigiana dell’associazione, sarà presente al Centro Commerciale PortoGrande nell’ambito dell’undicesima edizione del Marcuzzo, kermesse enogastronomica che porta alla ribalta le eccellenze del territorio a cavallo tra le province di Ascoli Piceno e Teramo.

Il programma prevede che, dalle 16 alle 19.30, il 6 e 7 novembre si possano degustare gratuitamente il vino novello ed i vini bianchi, dall’8 al 9 vini rossi e pecorino e, dal 10 all’11, vino novello e castagne.

Durante le degustazioni – spiega il signor Nico – in base al vino a disposizione quel giorno parlerò degli abbinamenti culinari con pietanze abbastanza imponenti da far risaltare le caratteristiche del vino in questione.

Molto legato alle tradizioni territoriali, Stefano Nico dà un grande valore ai vini del Marcuzzo: Passerina e Pecorino sono delle vere e proprie “prime donne”, dobbiamo essere orgogliosi di avere questi prodotti e, a mio avviso, rivalutare il Falerio per tornare a dargli la giusta importanza.

All’edizione 2013 di “Gusta i vini del Marcuzzo” partecipano nove oleifici e diciotto cantine abruzzesi e marchigiane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 671 volte, 1 oggi)