SAN BENEDETTO DEL TRONTO – ARCIPRETI: “La Samb ha disputato un grandissimo primo tempo, il migliore fino ad ora di questo campionato. Inutile negare che è un bel passo in avanti per quanto riguarda la posizione in classifica. Parlare di fuga è prematuro perché siamo alla nona giornata. Ci sono giocatori che ovviamente restano fuori. Rispetto a questo discorso mi preme ribadire che insieme a questa società ho costruito una squadra in 4 giorni. Chi sta fuori si rende conto che esiste una competizione altissima. L’allenatore, nel corso della settimana, è chiamato a controllare la situazione in vista della partita che la squadra è chiamata a disputare. L’unica cosa che conta è vincere la domenica. In quanto a Zuccheri  gli errori sono complessivi e credo che sia migliorato nel corso del tempo. Il ringraziamento per la vittoria di oggi, comunque, va anche al pubblico che ci ha sostenuto anche nei momenti più duri”

MOBILI: “Ci abbiamo messo più di un tempo per capire come dovevamo disputare questa partita. Ci siamo trovati a giocare contro una squadra importante in un campo importante e per molti dei miei giocatori è una cosa nuova. Nel primo tempo abbiamo subito troppo anche fisicamente. Siamo stati un po’ a guardare e questa cosa ci è costata perché per cambiare le cose bisogna avere un atteggiamento diverso. Noi alleniamo per vincere e non per pareggiare ma è ovvio che se avessimo guadagnato un punto contro la Samb sarebbe stata comunque una soddisfazione. Noi non abbiamo una rosa come quella rossoblu per cui non ci possiamo permettere grossi cambi. Credo che quando abbiamo messo Ristè su Piccioni qualcosa sia cambiato. Padovani, secondo me, non ha fatto moltissimo. Questa partita ci serve comunque per crescere. Se dovessimo giocarla nuovamente sicuramente anche io farei qualcosa in più. Se la Samb mantiene questi numeri sarà difficile per tutti starle dietro”

MOSCONI: “Gran primo tempo. Il secondo abbiamo sofferto a livello fisico e mentale. Non siamo più riusciti ad attaccarli alti. Mi prendo io la responsabilità perché i ragazzi hanno fatto una grande partita. L’importante era vincere e la Samb continua il suo percorso di crescita. Padovani e Tozzi Borsoi non erano in gran forma e abbiamo sofferto anche per questo motivo. Sui miei cambi io non faccio polemica. In altre situazioni Tartabini e Fedeli ci hanno dato qualcosa ma oggi hanno peccato in fase di interdizione. E’ pur vero però che Fedeli è dovuto entrare a freddo a causa dell’infortunio improvviso di Baldinini. De Rosa è stato inserito per aiutare Padovani. Noi abbiamo un potenziale offensivo importante e il nostro portiere non ha compiuto una sola parata. A posteriori, comunque, rivedendo la gara i cambi sono stati sbagliati perché chi è entrato dopo non ci ha dato sostanza. Se avessi ritenuto opportuno inserire Varriale e Galli lo avrei fatto sicuramente. Il Castelfidardo ha sofferto molto il nostro approccio poi è normale che, avendo giocatori che non stanno bene, dopo i 65 minuti c’è un calo. Anche le mezzale non erano lucide e fresche”

PICCIONI: “Non mi aspettavo un avvio così. Questa vittoria è un segnale molto importante. Penso di essere andato discretamente. Cinque mesi senza giocare si fanno sentire ma avrei comunque continuato. Comunque abbiamo sofferto. Ora dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto perché l’obiettivo è vincere il campionato”

BORGHETTI: “Sono contento perché ho lavorato tanto. Non è il primo gol della mia carriera. Abbiamo disputato un bellissimo primo tempo per intensità, gioco e organizzazione. Abbiamo speso molto nella prima frazione e questo ha influito poi nella ripresa”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 947 volte, 1 oggi)