Montottone-Porto d’Ascoli 0-2
MONTOTTONE: Armellini, Carelli, Traini (60’ Ciccola), Torresi, Bordoni (37’ Cappella Ma), Mandolesi, Canellini, Cappella Mo, Vallesi, Moretti, Miola (70’ Rosetti) . Allenatore: Malaspina
PORTO D’ASCOLI: Capriotti D, Cafini, Virgili, Cipolloni, Grossetti, Oddi, Leopardi, Troiani (91’ Schiavi), De Florio (76’ Capriotti S), Biancucci, Tarli (84’ Belardinelli). Allenatore: Filippini.
ARBITRO: Piersimoni di Ascoli
MARCATORI: 19’ Cafini, 95’ Leopardi
MONTOTTONE – Nono risultato utile consecutivo: questo è il Porto d’Ascoli. Sull’ostico terreno del Montottone, i ragazzi di mister Filippini ingranano la giusta marcia scalando con determinazione le ripide gialloblu fino a lasciare sbalorditi i presenti con due testa coda prima di Cafini poi di Leopardi.

Al fischio d’inizio i biancocelesti fanno subito capire di che pasta sono fatti: assaggiano l’area grande degustando le imprese di Armellini. Al 19’ giunge il primo mosso: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Carelli non azzecca il tempo di spazzare la palla, Cafini ghiottamente raccoglie la sfera piazzandola alle spalle dell’estremo difensore locale.

Il Montottone prova a reagire, timidamente si avvicina dalle parti di Capriotti il quale ben guardingo chiude bottega. Ma è nel corso della ripresa che i ragazzi di mister Filippini hanno più da fare: al 50’ una conclusione dai 20 metri di Cappella termina alto. Trascorrono dieci minuti e i gialloblu sprecano: cross dalla sinistra di Vallesi, tiro di Cappella, la difesa ospite ribatte arriva Cannellini che alza di un soffio sopra la traversa.

Scocca l’80’ e il Montottone beneficia di una calcio di rigore: Cannellini invita Vallesi in area, Capriotti nell’uscire lo atterra. L’arbitro concede la massima punizione, dal dischetto di presenta lo stesso Vallesi. Rincorsa, Capriotti abbassta la saracinesca deviando sopra la traversa.

Non si perde d’animo la squadra di casa che vuole il pari ma nei minuti di recupero arriva la prodezza di Leopardi: il terzino biancoceleste parte con la sua intrepida corsa verso Armellini il quale lo beffa di potenza con il portiere che non riesce a deviare la conclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 390 volte, 1 oggi)