SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Aveva nascosto la droga sotto la benda di una medicazione al braccio, ma gli agenti del commissariato di pubblica sicurezza di San Benedetto l’hanno scoperto e denunciato per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Non è scattato l’arresto solo perché la quantità era modica, 5 dosi per un totale di due grammi.

L’operazione si è concretata nel corso di servizi di prevenzione contro lo spaccio di stupefacenti messi in atto nel fine settimana dagli agenti del commissariato. All’interno della stazione ferroviaria, appena sceso da un treno, hanno intercettato il giovane, A.C. di 28 anni, residente a San Benedetto, il quale, alla vista degli agenti, è apparso subito piuttosto nervoso. Gli uomini della volante l’hanno prelevato e condotto negli uffici di via Crispi, dove è stato perquisito e trovato in possesso della modica quantità di eroina, nascosta fra le garze della medicazione di una ferita al braccio.

A quel punto è scattata anche la perquisizione domiciliare, ma in casa del ventottenne non c’era traccia di sostanza stupefacente, per questo e per la modica quantità, è stato solamente denunciato a piede libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 697 volte, 1 oggi)