SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Ruba la carta di identità al fratello minore utilizzandola per fare un prelievo dal suo conto corrente postale di circa 10mila euro.

E’ successo a Sant’Egidio e a scoprire il raggiro è stata proprio la vittima, un giovane di 28 anni, che, controllando l’estratto conto, ha notato il considerevole ammanco e si è recato alle Poste per chiedere spiegazioni. A quel punto, esaminando i documenti allegati per le operazioni di prelievo, è stato facile risalire alla verità.

M.A, operaio di 33 anni, è stato così denunciato dai carabinieri della locale stazione per truffa, ricettazione e furto di identità. Il giovane, nei giorni scorsi, aveva provato anche a chiedere un prestito di 10mila euro in una filiale delle Poste di Ascoli Piceno, fortunatamente senza successo.

Sempre i carabinieri di Sant’Egidio alla Vibrata, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno denunciato a piede libero con l’accusa di guida in stato di ebbrezza C.S, un uomo di 68 anni del posto. L’uomo, vistosamente in preda ai fumi dell’alcol, è stato sottoposto alla prova dell’etilometro, facendo registrare valori superiori al limite consentito. La sua patente è stata pertanto ritirata e l’auto posta sotto fermo amministrativo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 566 volte, 1 oggi)