GROTTAMMARE – Riflettori accesi su un problema spesso tenuto all’oscuro. E con la “iena” Luigi Pelazza i riflettori saranno molto forti. Pelazza sarà a Grottammare per promuovere l’attività informativa dell’associazione Diritti al Diritto riguardo ai temi dell’usura e dell’anatocismo bancario. L’appuntamento è per mercoledì pomeriggio 6 novembre, nella Sala Kursaal (ore 17.30), e costituisce il primo evento promosso dall’associazione lombarda nelle Marche.

Diritti al Diritto è un’associazione senza scopo di lucro nata prendendo spunto da alcuni servizi trasmessi dal programma “Le Iene” che hanno affrontato e portato alla luce argomenti che possono interessare un pubblico molto vasto, dall’imprenditore alle prese con contratti di leasing al cittadino titolare di un mutuo sulla casa. Per questo motivo, il direttivo ed i soci costituenti dell’associazione hanno deciso di insignire della carica di Presidente Onorario la iena Luigi Pelazza, autore dei servizi andati in onda.

L’associazione, che ha la sua sede legale a Vimercate (Monza Brianza), con la collaborazione di privati o enti locali, ha intenzione di organizzare iniziative in giro per l’Italia – quella di Grottammare è la prima nelle Marche – utili ad illustrare gli strumenti a disposizione per avere ragione di fronte a strutture, come quelle bancarie, che di fatto a volte operano sul filo della legalità.

Tecnici e periti di prim’ordine, avvocati con esperienza nel settore bancario, strutture associative consolidate e rinomate che già operano sul territorio da tempo, costituiscono la solida rete di riferimento e di garanzia per Diritti al Diritto, la cui principale finalità è quella di assistere, aiutare e risolvere questioni spinose avvalendosi di professionisti del settore con i quali ha stabilito delle convenzioni, al fine di offrire ai propri iscritti la stessa possibilità di reagire e pretendere i propri diritti con spese accessibili e, nei casi più estremi, a titolo gratuito dopo attenta valutazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 987 volte, 1 oggi)