ALBA ADRIATICA –  I carabinieri di Alba Adriatica hanno scoperto una truffa ai danni del proprietario di una gioielleria del posto, che si era visto recapitare da una coppia, residente nella cittadina, due assegni falsi per un valore di circa 5500 euro.

Nel tardo pomeriggio di venerdi 25 ottobre, con le banche chiuse, una donna si era presentata nel negozio e, accampando scuse riguardanti un ipotetico anniversario di matrimonio, era riuscita a pagare un orologio di marca con un assegno.

Il giorno seguente nella gioielleria si presenta invece l’uomo che, con la stessa tiritera della ricorrenza da festeggiare, riesce a farsi dare una parure di gioielli, sempre dietro pagamento in assegno.  Ma alla riapertura delle banche la triste scoperta: gli assegni, per un totale di oltre 5500 euro non solo sono scoperti, ma le firme apposte sono anche false. Il gioielliere decide così di recarsi alla caserma di Alba e denunciare l’accaduto.

I militari si mettono subito sulle tracce dei due e in breve riescono a rintracciare e denunciare la coppia. Il lieto fine della vicenda si completa però con la restituzione dei preziosi al proprietario della gioielleria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)