di Carlo Fazzini

GROTTAMMARE – Grottammare come una moderna Atene? Almeno negli intenti. Saranno cinque le assemblee itineranti che si aggiungono a tre appuntamenti per approfondire il tema della Democrazia Partecipativa attraverso studi e interventi di illustri studiosi della materia che saranno infatti i contenuti del primo “Mese della Partecipazione”, inedita iniziativa in programma a Grottammare dal 30 ottobre al 25 novembre.

Quello della partecipazione dei cittadini è un argomento piuttosto sentito a Grottammare dove le assemblee di quartiere sono ormai una realtà consolidata e dove la parola “partecipazione” è stata sempre al centro del programma e delle intenzioni dell’amministrazione comunale oggi guidata da Enrico Piergallini. Proprio il sindaco ha tenuto a precisare, a margine della conferenza di presentazione dell’iniziativa, come Grottammare “sia sempre stata negli anni un centro propulsore di innovazioni riguardo alla partecipazione dei cittadini alle scelte pubbliche e di come sia al contempo un ambiente disposto anche ad accogliere ed importare le novità e le idee migliori che su questo tema vengono proposte”.

Il “Mese della Partecipazione” dunque vivrà all’interno di un calendario piuttosto fitto che già nella serata del 30 ottobre, presso il Teatro dell’Arancio, offrirà un incontro col professor Alberto Magnaghi, ordinario di pianificazione territoriale presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze, il quale porterà la sua esperienza nell’incontro dal titolo “Dalla partecipazione al governo auto sostenibile dei territori”.

Sarà poi il turno delle tradizionali assemblee di quartiere, appuntamenti che da tempo sono dedicati all’ascolto dei problemi e alla ricezione delle idee che vengono dai cittadini, le quali partiranno il 4 novembre con i residenti del quartiere Ischia I e Montesecco e poi il 7 e il 14 novembre rispettivamente con gli abitanti di Ischia II-Bellosguardo Sgariglia e con quelli del Vecchio Incasato.

Il 15 novembre ci sarà invece spazio per il secondo incontro sul tema della partecipazione, quando Marco Giovagnoli e Valerio Cuccaroni, rispettivamente curatore e redattore della rivista Prisma, approfondiranno l’argomento attraverso l’illustrazione di uno studio fatto a riguardo dall’ Ires Marche Cgil.

Le assemblee di quartiere riprenderanno poi il 18 novembre quando sarà data voce ai cittadini di Valtesino, Bore Tesino, via Bernini lato Ovest, San Martino, via Cilea, via Volta e via Galilei, per poi concludersi lunedì 25 novembre con l’assemblea dei quartieri Centro, Stazione, Lame e Croce e con gli abitanti delle vie Bernini lato Est, Tintoretto, Crivelli, Modigliani e Licini. Tra le due assemblee, i cittadini interessati, sono poi invitati di nuovo al Teatro dell’Arancio nella mattinata di sabato 23 novembre per l’ultimo appuntamento dal titolo “Regioni e Municipi in cammino verso la partecipazione” che vedrà come ospiti il professor Giovanni Allegretti, ricercatore dell’Università di Coimbra e esperto mondiale in materia di Democrazia Partecipativa, e il vice presidente della Regione Marche Antonio Canzian.

Si ricorda infine che tutti gli incontri vedranno la partecipazione del Sindaco Enrico Piergallini e del consigliere comunale con delega alla Partecipazione Stefano Novelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.129 volte, 1 oggi)