MARTINSICURO – Una protesta di alcuni esponenti di Forza Nuova si è tenuta sabato 26 ottobre a Villa Rosa, all’inizio di via Fabio Filzi.

“Siamo qui per manifestare contro l’attuale sistema di immigrazione – dice Michele Fiorita, segretario provinciale di Forza Nuova – Un sistema che prevede un’obbligata integrazione nel mondo del lavoro per gli extracomunitari e lascia tanti italiani senza occupazione.”

Forza Nuova, che ha allestito diversi presidi in tutta la regione, chiede che si proceda con il blocco dell’immigrazione. “Sia chiaro non ce l’abbiamo con l’africano – continua il segretario provinciale – Noi siamo per l’autodeterminazione dei popoli, l’africano deve poter vivere la sua vita e lavorare, ma nel proprio Paese.”

Gli attivisti del partito fondato da Roberto Fiore ripudiano inoltre l’attuale sistema Europa poichè “non è l’Europa del popolo ma è l’Europa delle banche“, così come ripudiano il concetto di debito pubblico. “Vogliamo la nazionalizzazione della Banca d’Italia e una proprietà popolare della moneta – aggiunge Michele Fiorita – Inoltre le aziende, come succedeva in epoca fascista, dovrebbero ripartire parte degli utili tra i lavoratori e dovrebbero essere tassate in caso di delocalizzazione della produzione”.

Dopo quello di Villa Rosa sono previste altre iniziative di Forza Nuova in regione con presidi e convegni. “In merito alla vicenda delle biomasse in Val Vibrata – conclude Fiorita – seguiamo con attenzione le decisioni del sindaco di Colonnella, Pollastrelli, e siamo pronti a nuove azioni di protesta mirate in tutta la zona”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 623 volte, 1 oggi)