CAMPLI – Minacciava gli anziani genitori, ultrasessantenni, estorcendo loro denaro. Quando A.C, tossicodipendente di 43 anni, non riusciva a prendere soldi, andava su tutte le furie insultando i poveri genitori e distruggendo mobili, porte e tutto quello che capitava a tiro nell’abitazione. Così i genitori esasperati dagli eventi, si sono recati nella caserma dei carabinieri di Campli, denunciando i fatti. I due anziani hanno raccontato al maresciallo Mimmo Sammarco tutta la loro sofferenza per questa situazione, ormai insostenibile, e hanno chiesto aiuto.

Così dopo le dovute verifiche del caso insieme con l’autorità giudiziaria, è scattato il provvedimento di allontanamento del tossicodipendente dalle mura domestiche. Sembrerebbe che nel periodo in questione l’uomo abbia estorto ai genitori circa 5000 euro.

E’ il primo caso di applicazione di questo tipo di provvedimento per i carabinieri di Alba Adriatica, diretti dal capitano Raffaele Iacuzio, dopo la nuova disposizione di legge che punisce con effetto immediato le cosiddette violenze in famiglia, di qualsiasi tipo.

La normativa prevede, in caso di violazioni future della disposizione, un iter molto più severo per l’uomo su cui grava il provvedimento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 957 volte, 1 oggi)