GROTTAMMARE – Peace & San Martino. Anche quest’anno la Fiera di San Martino vedrà la partecipazione attiva dei più giovani alle iniziative del Chiosco della Pace.

In questi giorni, i docenti delle scuole dell’Infanzia e Primaria stanno ricevendo l’invito a sostenere il progetto “La mia mano per la pace” ed invitare a loro volta i propri alunni a produrre un elaborato ispirato al tema della pace e dei diritti umani che poi gli stessi bambini potranno portare al Chiosco, sito in piazza Fazzini, nel giorno di apertura della Fiera di San Martino, domenica 10. L’iniziativa è curata dalla Consulta per la Fratellanza tra i Popoli, in collaborazione con l’ISC Leopardi.

“La mia mano per la pace”, insieme al Libro della Pace (oggi conservato nella biblioteca comunale “Rivosecchi”) e della Tela della Pace (di cui uno “scampolo” è conservato nella Sala consiliare) è uno dei tanti progetti volti a materializzare l’idea che la costruzione della pace e del rispetto degli altri è un lavoro realizzabile sommando l’impegno, la capacità e la volontà di ogni singolo individuo: “Il nostro storico banco – affermano l’assessore al Dialogo tra i popoli, Daniele Mariani, e il consigliere delegato alle politiche scolastiche, Lina Lanciotti – vuole offrire, anche in un contesto commerciale come la Fiera, l’occasione a bambini, docenti e famiglie di riflettere, promuovere ed acquisire valori come la Pace”.

Oltre ai bambini delle scuole cittadine, l’invito a fare una visita alla “bancarella” della Consulta è comunque aperto a tutti: i più piccoli potranno intrattenersi con giochi e altre attività di svago mentre gli adulti potranno conoscere i progetti di solidarietà promossi dalla Città di Grottammare.

Il chiosco sarà attivo dalle ore 10 alle ore 19, esclusivamente nella giornata di domenica 10 novembre. I volontari della Consulta ringraziano sin da ora i docenti e le famiglie per l’accoglimento della proposta e la fattiva collaborazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 223 volte, 1 oggi)