MARTINSICURO – Continua la battaglia dei commercianti del lungomare contro il senso unico. “Possiamo capire, ma abbiamo dimostrato che non lo accettiamo, il senso unico in estate – si legge in una nota – ma non riusciamo minimamente a comprendere perché i sensi unici del lungomare devono restare anche in inverno, anche adesso che la sosta a pagamento è terminata“. I commercianti che hanno la loro attività sul lungomare continuano la loro crociata contro il senso unico, messo in essere ad inizio della stagione estiva dall’amministrazione Camaioni in concomitanza con la realizzazione delle strisce blu per i parcheggi a pagamento. La protesta era già esplosa con una manifestazione davanti la sede comunale lo scorso 16 luglio ed ora, a distanza di mesi, i titolari delle attività sul lungomare Europa di Martinsicuro tornano ad esprimere tutto il loro disappunto per questa situazione.

“Dispiace – commentano i commercianti – che un’amministrazione, che in campagna elettorale si era detta disposta ad avere un costante colloquio con le realtà della cittadina, ora sia chiusa a riccio. Gli attuali amministratori decidono ogni cosa unilateralmente, senza confrontarsi. Quando protestammo davanti al municipio il sindaco ci promise un incontro, che però in tutti questi mesi non è mai avvenuto, mentre il senso unico continua ad esistere disastrando la viabilità del lungomare. Ci sono ristoranti che a pranzo non aprono neanche più.”

I commercianti fanno sapere infine che “Preso atto che l’amministrazione sembra non destare interesse a queste problematiche, non acceteremo passivamente questa situazione e siamo pronti ad altre azioni di protesta.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 644 volte, 1 oggi)