SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Guidare sicuri. Ed evitando antipatiche multe. In un’ottica di prevenzione dei sinistri e quindi di miglioramento della sicurezza stradale, la Polizia municipale predisporrà nelle prossime settimane servizi di controllo mirati a colpire condotte di guida pericolose e che comunque rappresentano pericoli potenziali per gli stessi conducenti e per gli altri utenti della strada.

In particolare verrà posta una particolare attenzione al corretto uso del telefono cellulare e delle cinture di sicurezza. Si ricorda che il Codice della Strada in entrambi i casi prevede sanzioni amministrative “salate”.

Per chi non usa le cinture di sicurezza sono previste sanzione di 80 euro e decurtazione di 5 punti sulla patente con sospensione della stessa se si commette la stessa infrazione entro 2 anni. A tal proposito, vale la pena ricordare che indossare le cinture è obbligatorio sia per il conducente che per tutti i passeggeri su tutti i veicoli dotati di cinture di sicurezza. Non solo su autovetture perciò, ma anche su autocarri e autobus, ad eccezione di quelli di linea urbana.

Per chi invece usa il telefono cellulare impegnando l’uso della mano la sanzione amministrativa è di 160 euro con decurtazione di 5 punti e sospensione della patente per recidiva nel biennio. Scopo della norma è quello di evitare che vengano distolte le mani dal volante o dal manubrio: quindi non è solo vietato parlare ma anche inviare messaggi o consultare la rubrica o altre applicazioni dell’apparecchio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 823 volte, 1 oggi)