PORTO RECANATI – Incoraggiante avvio per i rossoblù, i quali partono staccando Porto Recanati prima con Campagnani, poi con un contrattacco di Pellei e un muro di Colli su primo tempo avversario (3-5). Gli arancio-blu piazzano qui una prima serie importante di break point , lasciando al semaforo i ragazzi di Mattioli.

La svolta della frazione giunge proprio quando la Samb impatta di nuovo la gara, sul 16 pari, grazie a un contrattacco a segno di Pellei. Porto Recanati ci parla sopra, chiamando un time-out evidentemente ben speso: si rientra in campo, e San Benedetto subisce quattro punti consecutivi che spezzano definitivamente il set. Ci provano ancora prima Campagnani, poi il giovane Vaerini, che dimostra discreta personalità in prima linea nonostante la giovane età e la poca esperienza. Ma prima una disattenzione difensiva di Pellei, poi un muro subito dallo stesso Campagnani, scrivono virtualmente la parola fine al parziale, che si chiude sul punteggio di 25-20.

Il secondo set è sostanzialmente un – breve – monologo della formazione ospitante, che offre in questa frazione il suo miglior gioco, trovando soluzioni varie ad ogni situazione e mostrando un livello di categoria superiore nell´organizzazione di squadra, nella presenza di alcune individualità molto forti, nella efficacia tecnico-tattica di diversi fondamentali. Nel terzo set, si rivede nuovamente una reazione sambenedettese. Cala Porto Recanati, mentalmente forse un po´ scarica vista la mitezza della via appena percorsa; si rivedono forzature al centro che non pagano e diversi errori; dall´altra parte, Campagnani e compagni hanno il merito di non mollare, e si tengono a galla, prima con Vaerini e Oddi (ace), poi con Petrangeli, che legge bene le intenzioni del regista avversario e ne mura un tocco di seconda intenzione; il libero Scartozzi – premiato alla fine dalle parole dell´allenatore Mattioli come migliore dei suoi – è, come in molti altri frangenti della gara, attento e puntuale in difesa; ed è così che l´andamento della terza frazione risulta equilibrato per tutta la sua durata. San Benedetto regge fino al 24-22; poi, definitivamente, cade, sotto l´ultimo colpo del pimpante primo martello avversario, che risolve la P1 in extrarotazione da zona 2.

Finisce 3-0, meritatamente Porto Recanati esce fra gli applausi e con i tre punti in saccoccia, la Samb proverà a ripartire già da sabato 26 ottobre, quando, alle ore 21, ospiterà, presso la palestra Curzi, la New Team Potenza Picena.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 227 volte, 1 oggi)