SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gianluca Pompei è il primo candidato ufficiale alla segreteria comunale del Partito Democratico. La riserva è stata sciolta lunedì sera, nel corso di una riunione svoltasi nella sede di Via Balilla, dove i sostenitori della mozione Cuperlo hanno deciso all’unanimità per la nomina del giovane tesserato.

A capo della sezione locale dei Gd dal 2009 al 2012, Pompei è da quasi due anni responsabile provinciale dei democrat con delega all’innovazione tecnologica, al marketing territoriale e alle politiche del mare. E’ inoltre coordinatore della direzione comunale del Pd di San Benedetto. Ruolo questo che è stato recentemente oggetto di aspre critiche da parte del sindaco Gaspari.

Considerato un perazzoliano di ferro, ha sposato in toto la causa di Loredana Emili, sostenendola platealmente dal giorno delle sue dimissioni da capogruppo in Consiglio.

L’endorsement a Pompei è giunto tra gli altri anche da Pietro Colonnella, Felice Gregori e dai due responsabili di Circolo Claudia Schiavon (Nord) e Valentino Casolanetti (Porto d’Ascoli).

Martedì pomeriggio saranno i Giovani Democratici, capitanati da Iacopo Zappasodi, a proporre formalmente il suo nome. La campagna elettorale prenderà invece il via domenica prossima, con la presentazione agli iscritti del documento programmatico e la raccolta delle firme necessarie per disputare la gara (ne occorreranno all’incirca una cinquantina).

Ora si attendono le mosse sul fronte renziano. Qui, come si sa, i “rottamatori” si sono alleati con la vecchia corrente bersaniana e l’intenzione è quella di piazzare un segretario che non sia troppo d’ostacolo all’amministrazione. In lizza i soliti nomi: Emanuela Mazzocchi, Sabrina Gregori (nipote dell’ex segretario Felice), Andrea Manfroni (che sarebbe gradito all’assessore Fabio Urbinati) e Nicola Rosetti. Per decidere c’è tempo fino al 25 ottobre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)